A fine anno, come tutti i fine anno, si è soliti fare un resoconto di “come è andata”, rendicontare il nostro operato, come se una qualsiasi nostra azione dovesse produrre per forza un risultato economico. Abbiamo perso il desiderio di vivere per fare esclusivamente ciò che ci piace per essere felici e tutto deve sempre rientrare in una voce di bilancio, fatta di numeri freddi e anonimi. Perfino i vari social, che impregnano sempre di più la nostra quotidianità, ci hanno abituati a credere che il nostro successo, il nostro essere accettati socialmente o meno, sono decisi da un algoritmo progettato da un mesto (sì, non può che essere una persona triste) ingegnere informatico, che con tanti numerini ci dà un punteggio, ci promuove o meno, per quello che siamo.
Vi risparmierò, quindi, resoconti e bilanci, numeri e numerini, perché Press Music non è nulla di tutto questo. Esso, anzi egli, è orgogliosamente un viaggio libero nelle emozioni, che pervadono tutto il mondo che ci sta attorno; una musica suonata per chi vuol sentirla, un viaggio per chi desidera mettersi in gioco e incontrare gli altri senza interfacce.
Questo è lo spirito che anima ogni giorno il nostro operato nel rapporto con gli artisti della musica, che riempiono le nostre pagine e le nostre passioni, o nel rapporto con voi lettori, che desideriamo partecipiate a questo viaggio, con le vostre idee e inclinazioni.
Non vi farò gli auguri per le prossime festività, perché mi è impossibile farveli giungere senza che suonino come un atto dovuto e di circostanza, ma vi auguro, invece, di essere, di desiderare di essere, in ogni istante della vostra vità, felici nel sentirvi voi stessi in quello che fate, qualsiasi cosa facciate.

Ed eccoci all’ultimo numero! Ma solo per quest’anno perchè, miei cari PressReaders, nel corso del prossimo anno, PM ha intenzione di continuare a sorprendervi con idee assolutamente originali. Ma vediamo insieme i contenuti di questo mese...

MarioTio dedica Materiale Resistente agli Arcana Opera, una band vicentina che si sta facendo notare per la qualità e l’originalità dei loro lavori. A giugno di quest’anno è uscito il loro secondo album dal titolo, De Noir, che si è subito fatto notare per la ricchezza compositiva, che spazia tra generi diversissimi tra loro ma sempre con freschezza e la massima armonia.

Alessandra Scalabrin questo mese presenta Aretha Franklin, l’indiscussa Regina del soul e la canzone tradotta, che ha scelto per noi è niente meno che (You Make Me Feel Like) A Natural Woman. Una bellissima canzone portata al successo da Lady Soul, nella quale racconta alcuni degli effetti del suo amore per un uomo e di come con lui si senta davvero donna in maniera spontanea e normale. Bisogna riconoscere che l’amore vero ha questo effetto anche su noi uomini, che ci fa essere naturalmente tali quando incontriamo la cosiddetta anima gemella.
Sono forse troppo romantico? Ma voi, nella vostra vita, siete mai stati innamorati? Forse non ci avete mai pensato, ma quanto spesso le giornate sarebbero solo un’altra giornata grigia e fredda, e non solo perché avanza l’inverno, se non ci fosse “la donna della nostra vita” nei nostri pensieri e nel nostro cuore? Per rispondere prendetevi tutto il tempo necessario, ma fatelo, ovviamente, con naturalezza.

I Mad Agony sono la Selected Band di dicembre, uno storico gruppo padovano che si contraddistingue per la purezza, ormai cosa rara, del suo heavy metal. I Mad Agony sono anche gli organizzatori del Padova Metal Fest giunto quest’anno alla sua quarta edizione e che riscuote, ogni anno di più, un enorme successo.

La sesta scheda di PressStage è dedicata ai Syncage, un promettente gruppo vicentino, tecnicamente molto preparato, già vincitore di numerosi premi e riconoscimenti.

La Base Live Factory è la meta dei coraggiosi fotografi, Elisa Morello e Massimo Bertolini per PressLook: un servizio tutto da godere in queste pagine e nell’album pubblicato in Facebook

Infine, il Punto di arrivo del direttore, Marco Crimi, che continua a stimolare le nostre coscienze per non accettare passivamente ciò che ci circonda e che molto spesso determina la nostra qualità della vita.

Roberto Pratt
robertopratt@pressmusic.it

Visualizzazioni: 44

Commento

Devi essere membro di pressmusic.it per aggiungere commenti!

Partecipa a pressmusic.it

Partner

Digital Press Music

Seguici su Facebook

© 2019   Creato da Press Music.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio