PressROOM | RUMORI DI FONDO: Materiale Resistente #01| GENNAIO 2016

Carissimi lettori, questo mese dedico l'articolo al nuovo progetto solista di un carismatico singer in attività dalla fine degli anni settanta, l'M Rock di Pietro Zanetti.

Pietro Zanetti nasce musicalmente nel 1979 con una delle prima punk rock band italiane, gli Alternative Religion. Nel corso degli anni continua la sua attività esplorando vari filoni musicali, dalla dark wave negli anni ottanta all'elettronica con i Templebeat arrivando ai Metal Music Machine. Nel 2014 dà vita all'attuale progetto M Rock. L'M Rock per Pietro Zanetti rappresenta il definitivo ritorno a sonorità rock & hard rock sempre presenti nei suoi progetti ma qui più sanguigni e diretti senza troppi ricami, ovvero senza gli elementi dark o inserti di musica elettronica che spesso hanno caratterizzato i precedenti lavori.

Per i live show e le registrazioni di "Walking Alone" Pietro si avvale di Nick, Red e Vex, tre giovani ma molto preparati musicisti che rendono l'album molto fresco e dinamico. Durante la scorsa estate l'M rock band si è esibita con questa line-up in molti festival tra cui il Firestorm, il Long Valley, l'Isola rock e il Povorock. Nel 2015 Pietro decide di mettersi in gioco in maniera molto goliardica e partecipare alle audizioni di X Factor Italia dove il progetto, pur non passando le selezioni in quanto oggettivamente considerato fuori degli schemi televisivi italiani, viene accolto in maniera molto positiva dallo staff e riesce a farsi conoscere in altri ambiti guadagnando visibilità e importanti consensi. Lo scorso novembre esce, per la londinese Ghost records, "Walking Alone" con la partecipazione, oltre ai musicisti che accompagnano Pietro nei live, anche di carismatici personaggi di spicco della nostra scena tra cui Alex Masi, Massimo Mad Zanetti (Mad Agony) e la straordinaria cantante blues Clé. Il 29 novembre ho ospitato Pietro in trasmissione queste alcune domande.

- Pietro, con "Walking Alone" sei tornato alle radici del puro rock senza le contaminazioni che sono state una costante dei tuoi progetti. Cosa ti ha spinto a fare questa scelta?

Mi piace questa domanda e con piacere ti rispondo. Dopo tanti anni di militanza in tutto quello che era contaminato, vedi Metal Music Machine o più indietro ancora con i Templebeat, avevo bisogno di tornare alle origini, ai suoni puri, distorsioni reali e batterie cattive ma suonate. È dal 1979 che sono sulla scena underground, sono transitato nel rock, nel punk, fino all'industrial metal, ma il mio cuore continuava a battere solo per il rock. Concluso il ciclo vitale di tutte le band era arrivato il momento di fare quello che volevo e, perché no, un progetto solista dal sound rock senza dover scendere a compromessi con nessuno. Eccoci dunque a M rock! Sia chiaro: non rinnego nulla del mio passato artistico.

- Come definiresti la tua partecipazione a X-Factor?

Hahaha!! Guarda, grazie ad X-Factor sono riuscito a raggiungere supporter che in nessun altro modo avrei raggiunto. Detto ciò, ho partecipato ad X-Factor con un progetto se vuoi ambizioso ma alla fine i fatti mi danno ragione, cioè portare un pò di sano rock nella tana del pop. Ho partecipato al casting e poi alle audizioni davanti ai "signori" giudici senza modificare nulla di M rock. Come vedi M rock live cosi si è visto in televisione e così lo hanno visto i 10.000 all'arena Unipol di Bologna. Ho portato una cover dei Dead or Alive "You Spin me Round" con un arrangiamento rock, un brano che faccio anche dal vivo. A molti M rock è piaciuto ad altri no. Chi se ne fotte, in stile molto Punk "Non importa se ne parlano bene o male, l'importante è che se ne parli", ed è quello che è successo. Oltre ad una ottima promozione per "Walking Alone", il mio nuovo cd uscito a novembre per la londinese Ghost records, sono riuscito a far vedere al popolo del pop che esiste un'altro mondo in pieno fermento costituito da band, musicisti, promoter, dj, ecc. È il popolo dell'Underground !!

- Cosa c'è in cantiere nel futuro dei questo tuo progetto?

Ora sono in piena promozione di "Walking Alone" tra interviste, radio, webzine, stampa ufficiale e concerti in piena programmazione. La label e il mio Management Metalmorfosi mi stanno spremendo come un limone! Scherzo, sono molto contento di come stanno andando le cose , il nuovo cd piace molto ed io ne sono davvero lusingato. Grazie a tutto quello che mi sta succedendo ho molte richieste da band e artisti per collaborazioni, di sicuro accetterò tutto. Ad aprile 2016 volerò a Los Angeles per delle prove con dei musicisti californiani che spero prevedano anche dei concerti. Sarebbe una figata tornare a suonare negli States! Poi c'è in ballo un grosso progetto con musicisti dal calibro mondiale ma di questo non posso ancora svelare nulla. Come vedi, batto il ferro finché è caldo!

Mario Tio

mariotio@pressmusic.it

Visualizzazioni: 61

Commento

Devi essere membro di pressmusic.it per aggiungere commenti!

Partecipa a pressmusic.it

Partner

Digital Press Music

Seguici su Facebook

© 2019   Creato da Press Music.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio